Soda bread: il pane veloce senza lievito

Ho scoperto il soda bread quando abitavo a Londra. 

Non ho mai avuto l’abitudine di comprare pane quotidianamente ma, si sa, il fascino delle panetterie è seducente in qualunque parte del mondo ci si trovi!

Per questo fare il pane non è un gesto da sottovalutare perchè dimostra come pochi ingredienti combinati tra loro diano la possibilità di avere miliardi di pani diversi. 

Anche in Inghilterra, sebbene la cultura gastronimica sia piuttosto povera, le Bakery sono in grado di attrarre in maniera quasi magnetica. Spesso sono complici i dolci in vetrina, ma anche il pane che noi chiamiamo in cassetta e che siamo abituati a comprare solo al supermercato in un sacchetto di plastica, acquista una certa bellezza se fatto artigianalmente e ben esposto in negozio.

E’ fuori discussione che, se percorriamo l’Italia da Nord a Sud, troviamo molte più varietà di pane di quante non se ne trovino in Inghilterra, ma il pane di cui vi parlo oggi è un pane semplice da fare, veloce (che non è affatto male quando si parla di panificazione) e che possiamo rendere speciale giocando con diverse farine o aggiungendo semi vari o altri ingredienti. Insomma, è davvero versatile e vi assicuro che vi darà sempre grandi soddisfazioni, oltre al fatto che potrete dire: ho panificato io!

Ho provato diverse ricette e vi assicuro che il risultato è garantito con qualsiasi farina vogliate usare. Io prediligo quelle integrali ed eventualmente anche quelle multicereali o di farro, di segale, ecc.

La ricetta che vi voglio proporre è arricchita con fiocchi di avena che lo rendono ancora più rustico e perfetto sia a fette per la colazione ma anche con dell’affettato o come comune pane da tavola.

Soda bread

Questa è la mia ricetta modificata anche sulla base del fatto che oltre al bicarbonato, il soda bread richiederebbe il buttermilk che sarebbe una specie di ‘latticello’ e da noi è difficile trovarlo. Volendo potreste usare della panna acida se la trovate e sostituire così acteo e latte.

Ah dimenticavo: la ricetta è in tazze per renderla ancora più facile da fare. Potrete usare una qualsiasi tazza da colazione tipo MUG, quelle con i bordi alti per intenderci, e riuscirete facilmente a eseguire la ricetta.

Ingredienti:

  • 2 tazze di farina 00
  • 2 tazze di farina integrale
  • ½ tazza di fiocchi di avena 
  • 1 ½ cucchiaino di sale
  • ½ cucchiano di bicarbonato di soda
  • ½ tazza di aceto bianco
  • ½ tazza di latte
  • ½ tazza di acqua
  • 2 cucchiai di miele o malto

Procedimento:

  • accendete subito il forno a 200°C;
  • riunite gli ingredienti secchi in una ciotola capiente; amalgamate gli ingredienti liquidi in una seconda ciotola e uniteli gradatamente agli ingredienti secchi;
  • mescolate dapprima con un cucchiaio e poi procedete con le mani. Se doveste accorgervi che la farina che avete usato richiede un pochino più di acqua, aggiungetela, altrimenti potreste avere bisogno di ancora una spolverata di farina. Questo dipende da quanta acqua assorbe la farina che state utilizzando;
  • dovrete ottenere una palla modellabile;
  • incominciate a darle una forma circolare già nella ciotola, traferitela su una placca da forno spolverata di farina e modellatela meglio schiacciandola anche un pochino. Praticate la tradizionale croce sopra con un coltello (serve a far penetrare il calore e far cuocere bene anche l’interno ma se vi piace, potete anche credere che abbia un valore simbolico e che serva a tenere il diavolo lontano dal vostro pane);
  • infornate e cuocete per i primi 15 min a 200°C poi proseguite per altri 30 min a 180°C, gli ultimi 5 minuti tenete in forno semichiuso con un cucchiaio di legno.