Idee per la merenda pomeridiana

Nel periodo scolastico, tre pomeriggi su cinque i bambini hanno un impegno subito dopo la scuola.

Se da una parte è un pochino faticoso, dall’altra questo ci permette di arrivare a casa e avere tempo per cucinare e giocare con relativa calma, invece di fare tutto di fretta e andare a letto in piena fase digestiva.

Questi impegni, però, ci portano anche a consumare spesso la merenda fuori casa, a volte addirittura in auto, mentre andiamo verso l’attività extra scolastica. Le prime volte mi organizzavo per fargli trovare sempre qualcosa di fresco, gustoso e diverso dalla merenda che si erano portati a scuola per la pausa del mattino.

Ma negli ultimi mesi ammetto di aver arrancato parecchio, tra il lavoro e la gestione della casa. Inoltre, per praticità, spesso è il papà o la nonna a portare i bambini a fare sport.. mica posso obbligarli a passare da casa per prendere su la merenda!

Così mi sono guardata in giro, alla ricerca di una merenda che accontentasse tutti: i bambini, che sono comunque golosi, e noi grandi, che siamo si attenti a cosa diamo loro da mangiare, ma siamo anche sempre alla ricerca di una soluzione comoda e pratica.

ABC delle merenda: la soluzione che accontenta tutti

La soluzione è arrivata curiosando tra gli scaffali del supermercato, alla ricerca di un kit per la merenda perfetta: nutriente, equilibrata dal punto di vista nutrizionale, che sfamasse ma anche che dissetasse, che avesse un sapore affine al palato dei miei (pretenziosi) bambini.

Perciò, sono arrivata all’ABC della merenda quasi per caso (si, lo so, me lo hanno detto tutti che ho scoperto l’acqua calda, ma lo sapete che la TV non la guardo) e l’ho trovata da subito un’idea geniale!

L’ABC della merenda è una merenda gustosa, completa ed equilibrata, che grazie al bilanciamento di proteine, carboidrati e grassi, garantisce il giusto apporto energetico per sostenere in modo naturale e senza appesantire le attività di studio, gioco e sport dei ragazzi. E’ stata studiata da Parmareggio avvalendosi della collaborazione e dell’esperienza dell’esperto di alimentazione e nutrizione Dott. Giorgio Donegani.

Spesso le merendine classiche, che troviamo in commercio, non rispettano quelli che sono i LARN, ovvero i Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia, emanati dalla Società Italiana di Nutrizione Umana, cosa che invece l’ABC della merenda fa. Non tutti, infatti, sanno che una buona merenda, per un individuo che consuma tra le 1500 e le 2000 kcal dovrebbe dare in media tra le 150 e le 200 kcal, provenienti per almeno il 50% da carboidrati, con una quota non troppo abbondante ma significativa di proteine e grassi, e una giusta quantità di sali minerali e vitamine.

L’ABC della merenda è disponibile in 7 differenti kit (5 salati e 2 dolci, identici tra loro per quello che riguarda le caratteristiche nutrizionali), può essere conservato fuori dal frigo e consumato entro 4 ore ed è confezionato in un pratico kit, facile da portare con sè.

È possibile trovare l’ABC della merenda in tutti i supermercati, nel reparto merende/dessert per bambini del banco frigo.

Post in collaborazione con #Parmareggio #ad