Come insegnare ai bambini a lavarsi le mani

Ce lo hanno detto in tanti in questi giorni, ma è importante ricordarlo ancora: il lavaggio delle mani è uno dei modi più semplici (ed efficaci) per fermare la diffusione dei germi.

Ma convincere i bambini a lavarsi spesso le mani – e, sopratutto a farlo nel modo giusto – può essere una vera sfida.

9 modi per insegnare ai bambini l’importanza di lavarsi le mani

Perchè è così importante lavarsi le mani? E come convincere i bambini a farlo volentieri? Un buon motivo potrebbe essere questo: “più ti lavi le mani, meno sarai malato e quindi passerai più tempo a sentirti felice!

So che suona strana come affermazione ma sappiate che ha un fondamento di verità: il CDC di Atlanta ha infatti diffuso uno studio comprovante il fatto che il lavaggio frequente delle mani con acqua e sapone può ridurre fino al 50% il numero di malattie e infezioni nei bambini di età inferiore ai cinque anni.

E’ inoltre ormai noto che le abitudini apprese da bambini hanno maggiori probabilità di radicarsi e rimanere anche in età adulta. Questo non vale solo per il lavaggio delle mani ma anche per altre azioni importanti come il lavarsi i denti più volte al giorno oppure il mettere la mano davanti alla bocca quando si starnutisce o tossisce.

Ecco allora qualche suggerimento utile:

Rendete il lavaggio delle mani facile, comodo e sicuro da fare

I più piccoli possono avere difficoltà a raggiungere facilmente i rubinetti e il lavello: fornite loro uno sgabello o una scaletta adatta o insegnateli ad utilizzare il bidet (dopo averlo lavato accuratamente!)

Fate in modo che sia un’esperienza divertente

Fino a quando il lavarsi le mani non sarà diventata una vera e propria abitudine, utilizzate saponi e saponette dalle forme e dai colori vivaci e divertenti e fate in modo che siano solo per loro, così che quell’oggetto diventi importante ai loro occhi.

Attenzione al tempo!

Gli esperti raccomandano di lavare le mani per almeno 20 secondi per essere certi di eliminare il 90% dei germi presenti sulle mani: questo tempo può apparire ai loro occhi come un’eternità.

Allora rendete l’operazione divertente facendogli imparate una filastrocca o una canzoncina da cantare ogni volta insieme: se siete a corto di idee, sappiate che “tanti auguri a te” è più o meno della lunghezza giusta.

Fate una tabella del lavaggio delle mani

Non è necessario che ci sia un premio alla fine di ogni lavaggio (anche perché diventerebbe una cosa un filo impegnativa), i bambini saranno comunque felici di spuntare la casella ogni volta!

Create insieme un poster da tenere in bagno

Create insieme una poster da colorare e ritagliare e da lasciare appeso in bagno per far si che, ogni volta, i bambini seguano tutti i passaggi giusti per lavarsi bene le mani.

Vi lascio qui e qui alcune idee.

Siate i primi a portare avanti le buone abitudini

I bambini piccoli sono studenti visivi e cinetici: imparano meglio vedendo e facendo. Amano anche sentirsi “grandi” e copiare ciò che fanno mamma e papà, quindi assicuratevi che vi vedano lavarvi le mani nei momenti chiave e raccontare nel frattempo quello che state facendo e quanto sia un gesto importante.

Ripetere, ripetere, ripetere

I bambini imparano molto anche attraverso la ripetizione e il rinforzo, quindi non sedetevi sugli allori: se la fanno bene la prima volta, non è detto che la lezione sia appresa e da li in poi lo facciano sempre bene.

Continuate a ripetere il gesto insieme per qualche tempo.

Parlate di germi e malattie, ma in modo equilibrato

I bambini hanno bisogno di sapere perché si stanno lavando le mani, ovvero per sbarazzarsi dei germi che possono farli ammalare, ma non è necessario trasformarla in una storia dell’orrore che dia loro incubi. La moderazione premia sempre!

Create rituali e routine

I bambini amano le routine, quindi assicuratevi che abbiano ben in mente non solo come lavarsi le mani ma anche quando mettere un atto questa azione, ad esempio dopo essere andati in bagno, prima di mangiare, dopo aver giocato con gli animali domestici..