Gran Sasso: itinerari per bambini

Il Gran Sasso è il massiccio montuoso più alto degli Appennini e si trova interamente in Abruzzo, diviso tra tre province: Teramo, L’Aquila e Pescara.

Noi abbiamo scelto di fare, con i bambini, una giornata caratterizzata da escursioni facili e di tutto relax, visto anche il gran sole e le temperature piuttosto elevate e, per salire, abbiamo preso la funivia a Fonte Cerreto Assergi.

La prima cosa che mi ha colpito è stato il prezzo per la corsa A/R: per 1 biglietto adulti + 1 biglietto famiglia abbiamo speso solo 32€! I bambini sotto i 7 anni non compiuti, poi, non pagano.

La funivia è piuttosto nuova, può portare fino a 25 persone alla volta e fa due corse all’ora: noi siamo arrivati che mancavano pochi minuti alla partenza perciò ci siamo trovati a Campo Imperatore, circa 1000 metri più su, davvero in pochissimo tempo.

Campo Imperatore non è solo la stazione di arrivo della funvia ma un vero e proprio crocevia di sentieri e strade che, in inverno, si trasformano in piste da sci.

Alzando lo sguardo non potete non incrociare il massiccio del Gran Sasso, che vi accoglie con la sua maestosità, non vi nasconde nemmeno uno dei suoi (quasi) 3000 metri d’altezza.

Escursioni facili da Campo Imperatore

Da qui partono diversi sentieri, un po’ per tutte le capacità alpinistiche, ma ci sono anche diverse attività da fare senza allontanarsi troppo dalla stazione delle funivia.

Giardino alpino botanico Vincenzo Rivera

Si trova lungo il pendio meridionale di Monte Aquila sul versante occidentale del Gran Sasso, in prossimità del valico tra Campo Imperatore ed i Tre Valloni.

Nel giardino alpino vengono coltivate le piante degli habitat altitudinali, che vivono oltre il limite del bosco, e che sono autoctone. Le condizioni ambientali non sono molto favorevoli e, per questo, la fioritura è molto limitata nell’arco dell’anno.

Il giardino è aperto al pubblico dal 15 giugno al 15 settembre, tutti i giorni, compresi i festivi, dalle ore 10.00 alle ore 17.30.

Rifugio Duca degli Abruzzi

Impossibile non vederlo, dopo aver lasciato correre lo sguardo per tutto Campo Imperatore, essersi soffermati sulle cime del Gran Sasso, balza all’occhio questo piccolo rifugio, che sembra in bilico sulla cresta della montagna.

Lo si più raggiungere con una camminata di circa 40 minuti, di media salita, senza mai tratti in piano (come si suol dire, “non molla mai“), su un sentiero di pietrisco.

Incontrerete di tutto: da chi sale con scarponcini ultra tecnici a chi affronta il sentiero in infradito, come sempre serve il buon senso, un buon paio di scarpe da trekking leggere ma, sopratutto, molto fiato!

Il paesaggio, in cima, vi ripagherà della fatica e, per reintegrare gli zuccheri, potete tranquillamente contare sul rifugio: fa ottimi piatti e anche bevande d’asporto! E’ garantita l’apertura nei mesi di luglio e agosto, per gli altri mesi vi conviene contattarli prima (tf. +39 347 5255250 oppure info@rifugioducadegliabruzzi.it)

Per i prati di Campo Imperatore

Campo Imperatore è un lunghissimo altopiano, tagliato al centro dalla strada che permette – volendo – di raggiungere l’arrivo della funivia in auto sia dalla parte aquilana, che da quella pescarese.

Tutto intorno ci sono prati tenuti a pascolo o liberi, dove poter sostare liberamente. Per godere al meglio si questo tipo di escursione, il consiglio è quello di noleggiare una bici o, meglio ancora, fare un’escursione con la guida, sempre in mountain bike, sia muscolare che a pedalata assistita (per info: Emanuele De Simone (Accompagnatore MTB) – Higher Gran Sasso Activities, tf +39 328 9214013 oppure highergransasso@gmail.com).

Dove mangiare e altre info utili

Noi, come sempre, in montagna ci portiamo i panini e ci sediamo su un prato o in un bel posto panoramico a mangiare, ma c’è chi ama le comodità anche in quota perciò..

A Campo Imperatore è presente un Ostello che fa anche da ristorante, ma il numero di coperti è limitato, perciò se volete mangiare li, conviene prenotare (tf. +39 0862 196 1580 oppure info@ostellocampoimperatore.com). In alternativa nel parcheggio adiacente la funivia ci sono diversi truck food dove mangiare arrosticini, hamburger e tutto quello che potete immaginare di grigliare, oltre alle patatine fritte, ovviamente!

L’arrivo della funivia è oltre i 2000 metri, perciò non contate sulla vegetazione per l’ombra ma ricordatevi cappellino e crema solare. Mettete anche una felpa nello zaino perchè spesso tira vento e se si annuvola la temperatura scende in modo repentino.

Come raggiungere la Funivia del Gran Sasso:

Campo Imperatore è raggiungibile dall’Autostrada A24 Roma-L’Aquila-Teramo (uscita 14), casello di Assergi.

Successivamente si prosegue per Fonte Cerreto, base di partenza della Funivia del Gran Sasso d’Italia.