Giochi in scatola: l’intrattenimento intelligente

giochi da tavolo non sono dei semplici giochi, ma dei veri e propri strumenti che stimolano e allenano la mente. I bambini, divertendosi, migliorano le proprie capacità logico-matematiche, linguistiche e di risoluzione dei problemi.

Buona parte dei giochi da tavola, inoltre, affinano i riflessi, l’intuizione e l’abitudine alla concentrazione (uno dei tasti dolenti della nostra società dove, di anno in anno, si riscontra una sempre minor capacità di attenzione da parte di grandi e piccini).

Ultimo, ma non meno importante, i giochi di società preparano il bambino allo stare alle regole e a rispettare gli altri compagni, stimolando nello stesso tempo la creatività, l’intelligenza e la fantasia.

In autunno e in inverno, inoltre, sono sempre di più le ore che passiamo a casa con i bambini e i giochi da tavola sono degli ottimi alleati spezza noia: senza quasi accorgercene le ore passano veloci senza cadere nella tentazione dimetterli davanti alla Tv o al tablet per un numero eccessivo di ore. 

A casa nostra, i giochi in scatola sono molto gettonati, li abbiamo scoperti questa estate con le versioni tascabili, e dopo una pausa data dal ritorno ai soliti ritmi scolastici e da un’autunno particolarmente mite che ci ha regalato ancora tante ore per giocare in giardino, ora, con l’arrivo dei primi freddi, li abbiamo rispolverati. 

CranioCration: dove l’ingegno va a braccetto con il divertimento

I giochi Cranio Creation sono gli ultimi arrivati a casa nostra e stanno velocemente scalando le classifiche dei giochi preferiti dai bambini. 

Particolarità di questi giochi è la voglia di coniugare tre importanti elementi:

  • il massimo divertimento, perchè un gioco ha come missione primaria di divertire
  • il miglior aspetto grafico, perchè i disegni e la grafica di un prodotto sono l’immagine che lo rende appetibile
  • e la grande interattività, per rendere ogni partita un evento da ricordare.

Scegliere un gioco Cranio Creation è piuttosto semplice, grazie alla divisione per categorie: 

Noi abbiamo esplorato sia la categoria del Family, che quella Party (visto che pochi, a casa, non siamo..) e abbiamo cominciato a testare due giochi: Acchiappa il Topo e Visual Soqquadro.

Acchiappa il Topo è un gioco di una semplicità disarmante, almeno ad una prima occhiata: è formato da una semplice plancia rotonda in silicone, con tanti piccoli immaginari topolini da catturare. Le regole sono poche e alla portata anche dei bambini più piccoli (le sfide migliori le fanno Giacomo e Margherita): a turno, infatti, i giocatori devono schiacciare uno o più topolini sulla stessa riga per aiutarli a mettersi in salvo, vince chi costringe l’avversario a spingere l’ultimo topolino nella tana!

Le prime partite sono state veloci e abbastanza ripetitive, poi i bambini hanno capito il potenziale di strategia del gioco e da li si sono fatte sempre più avvincenti. Vista la velocità con cui si conclude la partita, usiamo spesso questo giochino nei momenti vuoti: in attesa che la cena sia pronta (avete presente quando mancano 4 minuti a scolare la pasta e loro si rotolano per terra in preda ad una crisi di fame di portata epica?), quando siamo in giro e dobbiamo fare qualche coda (tipo in posta, dal medico.. la plancia è piccola e leggera e sta tranquillamente in borsetta). Inoltre abbiamo scoperto che è un ottimo passatempo: spesso trovo uno dei bambini semplicemente intento a schiacciare i topolini senza giocarci davvero per il puro gusto di sentire il “click” che fanno i topolini quando vengono premuti.

Diverso è Visual Soqquadro, che rientra tra i Party Game, ed è pensato sia per un pubblico di più grandicelli (diciamo dai 7/8 anni in poi). Scopo del gioco è trovare tutti e 10 gli oggetti illustrati nelle carte ricerca (o quantomeno trovare un oggetto che abbia una qualsiasi associazione con l’immagine sulla carta) e vincere anche la sfida generata, appunto, dalla carta sfida. Il primo che porta a termine la ricerca, deve poi illustrare agli altri giocatori il modo in cui ha associato l’oggetto alla carta, ovviamente convincendoli della bontà della scelta fatta! 

La particolarità di Visual Soqquadro è che tutti i giocatori giocano contemporaneamente, non ci sono turni da rispettare e attese snervanti. E’ un gioco di logica, ingegno e velocità. Lo abbiamo testato con un gruppo di bambini dell’età di Nicolò ed è stato un successone, sul caos generato, però, mantengo il segreto di stato.

Buon divertimento!

Post in collaborazione con CranioCreation