Essere mamme: segreti per fare shopping con i propri figli

La maternità cambia tantissime cose e, fra queste, anche le abitudini di shopping: se prima compravo tantissimo per me (e con una certa frequenza!) oggi spendo buona parte dei miei risparmi per loro e, sopratutto, dedico pochissimo tempo allo shopping!

In questi anni mi sono accorta che fare shopping per loro è meraviglioso, ma lo è altrettanto farlo per me! E’ giusto accantonare una parte di sé, ma non bisogna dimenticare che siamo (e restiamo) donne, oltre che mamme.

Trucchi per fare shopping con i bimbi

Per non trasformare una delle esperienze più piacevoli per sé stesse in qualcosa di snervante, ecco qualche idea per fare shopping senza stress:

  • lasciare il piccolo a casa: vale sempre la pena provarci, magari un’amica o i nonni sono disposti a tenere per un po’ il pargolo, regalandoci un momento utile per un po’ di sano shopping vecchia maniera, dunque in solitaria.
  • studiare prima cosa comprare: se non troviamo nessuno a cui lasciare il nostro bambino (o se è troppo piccolo per stare senza di noi per molte ore), il consiglio è quello di fare un giro prima on-line, per andare a colpo sicuro e per non perdere del tempo prezioso.
  • approfittare dei saldi: sopratutto se abbiamo partorito da poco e non siamo ancora rientrate nel nostro peso forma i saldi diventano un’opzione fantastica per prendersi qualcosa di nuovo, senza spendere troppo (sopratutto perché magari, il prossimo anno, non ci andranno più bene). E’ fondamentale andare per saldi all’inizio del periodo per trovare ancora un buon assortimento di capi e non solo quelli avanzati o delle stagioni precedenti.

Un ulteriore consiglio riguarda il cosa comprare: meglio puntare sulle cose intramontabili che serviranno sempre come l’intimo (possiamo fare, ad esempio, incredibili scorte di mutante, calze e pigiami), i capispalla, i jeans, t-shirt, le scarpe o gli accessori e lasciare i capi più modaioli per il prossimo giro di saldi!

Shopping on line: una valida alternativa

Lo shopping on line sta vivendo, negli ultimi anni, una crescita costante: è molto apprezzato non solo dalle mamme ma anche dai papà di tutta Italia.

Tra impegni di lavoro, attività sportive dei bambini, compiti e riunioni a scuola, la vita di un genitore è sempre più frenetica e carica di impegni e, spesso, il tempo per lo shopping viene a mancare.

Inoltre, se avete bambini poco pazienti, lo shopping tradizionale potrebbe trasformarsi in un’esperienza snervante per tutti. Vinta la resistenza iniziale, vi assicuro che lo shopping on line ha tutto quello di cui abbiamo bisogno:

  • ci permette una pausa dal lavoro (ma lo possiamo fare anche la sera, comodamente sul divano, dopo aver messo a letto i bambini);
  • non ci obbliga a scomodi spostamenti, lunghi giri alla ricerca del parcheggio, km macinati all’interno di centri commerciali o lungo le vie dello shopping perché quello che ordiniamo, ci arriva direttamente a casa;
  • ci permette di confrontare i prezzi prima di fare l’acquisto finale;
  • se abbiamo sbagliato qualcosa.. il reso è gratuito per la maggior parte degli e-commerce!

Io ho provato da poco questa nuova frontiera, con qualche capo abbastanza facile (dei jeans e un maglione che avevo già, che ho preso in un altro colore) e sono super felice. Ora sono in attesa di una gonna M-E-R-A-V-I-G-L-I-O-S-A che ho comprato l’altra sera e il prossimo passo penso che sarà quello di acquistare scarpe online da donna, ne ho già adocchiate un paio per questa primavera.

Il vantaggio? Beh, quello di ottimizzare il tempo e comprare qualcosa che mi piace realmente!

Chi sono le mamme che fanno acquisti on line?

Esistono cinque categorie di mamme che fanno shopping e ognuna con le proprie caratteristiche peculiari:

  • le mamme altruiste: sono quelle che pensano soprattutto al papà e ai bimbi e che preferiscono condividere con loro anche questa attività;
  • le mamme organizzate: pianificano tutto e si ritagliano sempre un momento per lo shopping ;
  • le mamme-mogli: non escono mai di casa senza il compagno e fanno shopping solo e soltanto con lui;
  • le mamme mamme: da quando sono diventate mamme non fanno che acquisti per il bimbo, trascurando completamente sé stesse;
  • le mamme indipendenti: per loro lo shopping è un momento personale sia in termini di tempo che di budget a disposizione.

Voi a che categoria di mamme vi sentite più vicine?

Fare le mamme non significa dover rinunciare allo shopping: come avete visto esistono diversi trucchi e segreti che vi permetteranno di mantenere questa meravigliosa abitudine (per buona pace del vostro conto in banca)!