Borraccia per la scuola: come si lava?

Pare sia il must di questo anno scolastico: addio bottiglie di plastica usa e getta e ben arrivate borracce riutilizzabili!

Le borracce hanno numerosi vantaggi: le possiamo ricaricare, non si consumano, rovinano, rompono e ci accompagnano ovunque.

Ci permettono di risparmiare, non solo dal punto di vista economico, ma anche da quello ambientale, portandoci così a consumare quotidianamente meno plastica.

Ma, quanto spesso le laviamo? E, ancora più importante, come possiamo pulire le nostre borracce in modo efficace? 

lavare in modo adeguato le nostre borracce

Sono con noi ovunque: in casa, in auto, sui mezzi pubblici, nelle borse, negli zaini.. se ben chiuse, generalmente, non permettono la proliferazione di batteri ma, tuttavia, possono sviluppare sapori, odori sgradevoli e, in certi casi, anche muffa. 

Uno primo step importante è la scelta della borraccia giusta:

  • se hai scelto una borraccia di plastica, assicurati che sia priva di BPA,
  • se ne hai presa una in alluminio, controlla che il rivestimento e il tappo (generalmente di plastica) siano privi di BPA,
  • le bottiglie in acciaio inossidabile, invece, non hanno bisogno di alcun rivestimento.

Il secondo passo importante è quello di mantenerla sempre pulita: non farlo con costanza ci espone a tutti i tipi di germi. 

come lavare borraccia

Come lavare in modo adeguato le nostre borracce?

Ci sono diversi modi per pulire le nostre borracce, sta a noi scegliere quello che ci è più comodo:

  • a mano: sciacqua la borraccia quotidianamente sotto l’acqua corrente e passa all’interno uno scovolino con un po’ di detersivo (si possono tranquillamente usare gli scovolini per il biberon). Per il beccuccio o per le parti più nascoste anche un vecchio spazzolino da denti è perfetto;
  • in lavastoviglie: buona parte della borracce sono lavabili in lavastoviglie (prima di mettercela, controlla!) perciò basta metterla nel carrello a testa in giù ogni giorno e tirarla poi fuori al termine del lavaggio.. pronta per essere riempita di nuovo;
  • se la borraccia è particolarmente sporca, riempi il lavandino con acqua bollente e aggiungici un igienizzante (Amuchina, Milton o altre soluzioni disinfettanti idonee). Lascia quindi in ammollo la borraccia per almeno 20/30 minuti, sciacquala con cura e lasciala asciugare all’aria;
  • con lo sterilizza biberon: se pensavi che non ti sarebbe più servito, beh, ti sbagliavi! Ecco che ora torna utile per le borracce e per la loro cura quotidiana;
  • ammollo: per togliere l’odore e per disinfettarle in modo naturale puoi usare l’aceto. Lava prima la borraccia con acqua e sapone, poi prepara una bacinella aggiungendo 2 cucchiai di aceto di mele o bianco per ogni litro di acqua calda. Lascia quindi in ammollo per tutta la notte e al mattino seguente sciacqua con abbondante acqua. Anche il bicarbonato di sodio può essere usato, al posto dell’aceto, per punire le borracce. Come per l’aceto, prepara una soluzione di acqua calda e bicarbonato (2 cucchiai) e lascia il tutto in ammollo per una notte. Sciacqua poi con cura.
    congelamento: anche questo può essere un buon modo per uccidere i batteri, l’ideale è lasciare la borraccia per una notte intera nel freezer, meglio ancora nel congelatore.

Qualsiasi tipo di lavaggio tu scelga, non dimenticarti di lasciare le borracce all’aria ad asciugare completamente prima di essere messe via, in caso non vengano usate per alcuni giorni. Quando le metti via, ricordati di lasciarle senza coperchio: questo impedirà la crescita dei batteri qualora non sia completamente asciutta.