Perché i bambini mettono tutto in bocca

In questo periodo, Margherita, è nel pieno di quella che viene definita “fase orale”, il che significa che passa buona parte del suo tempo a mettere in bocca tutto quello che le viene a tiro.

Che da una parte è anche un buon segno, agli occhi dei nonni, perché non disdegna nessuna delle pietanze che le vengono proposte, anzi, le accoglie letteralmente “a bocca aperta”. E quelle che non le vengono offerte, cerca di prendersele lei in ogni modo.

Il problema, in realtà, si pone negli altri momenti della giornata: la prendi in braccio e ti ciuccia la collana, la metti a terra e afferra e si porta alla bocca qualsiasi cosa riesca a raggiungere allungando le braccia, la metti nel passeggino e ciuccia il maniglione, le cinghie e qualsiasi altra cosa li intorno, per legarla all’ovetto devi prima estrarre le cinghie dalla sua bocca.. insomma.. è una lotta quotidiana tra il suo bisogno di apprendere e.. beh, a volte anche spettacoli raccapriccianti!

bambini da soli in bagno

Perché i bambini mettono tutto in bocca? 

Nei primi anni di vita, i bambini, sono in continua esplorazione dell’ambiente e, per appropriarsene al meglio, usano (anche) la bocca, proprio al fine di “conoscere” meglio gli oggetti, capire che forma, sapore e odore abbiano. La bocca, perciò, diventa uno degli organi di senso principalmente utilizzati e, talvolta, in caso di bambini non vedenti, lo rimane per gli anni a venire, non potendo essere sostituito dalla vista.

Cosa possiamo fare noi? La prima buona norma è lasciare il bambino libero di esplorare gli oggetti nel modo a lui più congeniale. Nonostante le insistenza dell’anziana zia, non togliamogli le cose di bocca (mani comprese: queste hanno un duplice uso, da una parte i bambini le mettono in bocca per  scoprirle, dall’altra per comprendere i confini e la forma della loro bocca. I bambini piccoli devono costruire pian piano la percezione di sé e del proprio corpo) ma piuttosto sorvegliamoli sempre durante il gioco, offrendo loro solo cose idonee da mettere in bocca (se organizziamo un cestino dei tesori, sarà più facile avere sempre a portata di mano i giochi più idonei per loro). Facciamoci aiutare anche dai fratellini, istruendoli su cosa i più piccoli possono o non possono mettere in bocca: vedrete che saranno guardiani attentissmi!

bambini lasciati da soli in bagno