Svezzamento vegano: ne parla una mamma

Quali alimenti dare ai nostri bambini? Che tipo di strada scegliere? C’è chi segue pedissequamente le indicazioni del pediatra, chi sceglie un tipo di svezzamento con alimenti biologici, chi non dà carne, chi sceglie di proporre al bambino un’alimentazione vegetariana.. insomma, le strade da percorrere sono davvero tante. Anche il Ministero della Salute, di recente, ha emanato nuove linee guida ricche di novità, togliendo tappe forzate di inserimento degli alimenti.

Lo svezzamento che di solito fa più discutere, però, è quello vegano: per molti di noi, cresciuti con omogeneizzati di carne ad ogni pasto, è impensabile non dare una proteina così nobile bambini. Altri pensano che un’alimentazione vegana non sia sufficiente per garantire una corretta crescita ai bambini, portandoli ad avere delle carenze anche gravi di nutrienti e vitamine.

svezzamento vegano

Io ne ho parlato con Paola, che ha scelto la strada dello svezzamento e dell’alimentazione vegana per sé e per Lucrezia, la sua bambina.

Da dove nasce la scelta di fare uno svezzamento vegano? 

In gravidanza seguivo una dieta vegetariana e pensavo che avrei scelto lo stesso svezzamento per mia figlia. Poco dopo il parto ho iniziato a seguire una dieta vegana perché mi sono accorta che mia figlia, nei primissimi mesi di allattamento, mal sopportava le proteine del latte vaccino. Così, dopo essermi confrontata con altre mamme ed esperti nutrizionisti, ho deciso di seguire questa strada anche per lo svezzamento.

Come vi siete informati per fare questo tipo di svezzamento? Lo avete fatto da soli o vi siete fatti aiutare da una persona esperta?

Come ti stavo dicendo, ho iniziato a informarmi confrontandomi con altre mamme, leggendo libri e poi affidandoci, anche su consiglio della nostra pediatra, a un nutrizionista esperto in diete vegan.

svezzamento vegano

Come hanno accolto questa vostra scelta i nonni?

I nonni si aspettavano questa decisione anche se non sono stati entusiasti. In realtà ci sono più schieramenti: gli scettici, i “contrari” e chi, invece, mi ha sempre sostenuta, ovvero mia mamma.

Se un domani vostra figlia vorrà assaggiare altri cibi, magari di origine animale, come pensate di affrontare la cosa?

Appena sarà in grado di capire, spiegherò a mia figlia le motivazioni di salute ed etiche che mi hanno spinta a questa scelta. Ogni famiglia ha la sua cultura alimentare e l’educazione secondo me passa anche da qui. Senz’altro in casa non troverà derivati animali ma se, ad esempio, alle feste degli amichetti vorrà assaggiare qualcosa non glielo negherò.

alimentazione vegana

Spesso si crede che l’alimentazione vegana non sia sufficiente dal punto di vista vitaminico, soprattutto si parla di carenza di vitamina B12 e D. Come vi regolate in merito?

Un’alimentazione vegana ben pianificata è assolutamente equilibrata e adatta a qualsiasi fase della vita: gravidanza, allattamento, svezzamento e oltre. Però è fondamentale farsi seguire da persone competenti e integrare le vitamine B12 e D, come dovrebbero fare tutti. In effetti la D viene consigliata dai pediatri per tutti i bambini, già alla nascita e qualsiasi sia l’alimentazione. Per la B12 invece ci si affida sempre agli integratori, o assunti direttamente o tramite gli alimenti (non tutti sanno che perfino agli animali da allevamento vengono somministrati integratori).

Ultima curiosità: qual è il piatto preferito di Lucrezia?

Lei è una bimba che ama mangiare di tutto, ma quello che le piace di più è l’orzo e piselli (intendo quelli secchi), con crema di cavolfiori o broccoli, oppure è molto golosa di farinata di ceci con curcuma e il rosmarino. Ah! Quasi dimenticavo: va matta per il succo di barbabietole, carote e arance!

Ci racconti come li cucini?

Volentieri! Ecco le ricette:

ORZO E PISELLI, con CREMA DI BROCCOLI

Ingredienti:

  • 200 g di orzo perlato
  • 300 g di piselli (meglio freschi o secchi)
  • 200 g di broccoli
  • una piccola cipolla
  • olio evo
  • 1 foglia di basilico

Preparazione:

  • Mettete in ammollo in acqua tiepida, per circa un’ora, l’orzo perlato; poi sgocciolatelo.
  • Sbucciate, tritate e rosolate la cipolla, con un po’ d’olio, in una casseruola; quando sarà appassita, unite l’orzo e tostatelo per qualche minuto.
  • Aggiungete i piselli (sbollentati, se freschi; sgocciolati e sciacquati, se secchi – dopo il corretto ammollo) e versate acqua bollente nella misura del doppio del volume dell’orzo e dei piselli.
  • Fate cuocere mescolando di tanto in tanto per circa 20 minuti. Alla fine della cottura l’acqua deve essere stata assorbita, ma l’orzo non deve risultare secco.
  • A questo punto preparate la crema: cuocete al vapore e al dente i broccoli. Metteteli quindi a finire la cottura in un tegame in cui avete precedentemente scaldato l’olio, a fiamma moderata, mantenendoli sempre umidi (eventualmente aggiungete un pochino di acqua). Infine mettere tutto nel bicchiere del mixer, aggiungere un cucchiaio di olio, il basilico e un po’ di acqua (se serve), e ridurre il tutto in crema.

alimentazione vegana

FARINATA DI CECI CON CURCUMA E ROSMARINO

Ingredienti per una teglia da forno:

  • 250 g di farina di ceci
  • 750 ml di acqua
  • 40 g olio evo
  • un rametto di rosmarino
  • un cucchiaino raso di curcuma

Preparazione:

  • Ponete in una ciotola la farina di ceci quindi versate al centro, un po’ alla volta, l’acqua a temperatura ambiente. Mescolate con una frusta, facendo attenzione a non formare grumi, fino ad ottenere un composto liquido e omogeneo.
  • Un volta ottenuto un composto liscio e omogeneo, coprite con uno strofinaccio da cucina e lasciate riposare il composto fuori dal frigo dalle 4 alle 12 ore, mescolandolo di tanto in tanto.
  • Trascorso il tempo necessario, noterete della schiuma in superficie: rimuovetela con una schiumarola e mescolate nuovamente.
  • Aggiungete al composto l’olio evo e la curcuma, amalgamando nuovamente.
  • Ungete la leccarda con l’olio e distribuitevi il composto uniformandone lo spessore, distribuite quindi su tutta la superficie le foglioline di rosmarino.
  • Inserite in forno preriscaldato a 250° e fate cuocere nella parte bassa del forno, a contatto con il fondo, per i primi 10 minuti.
  • Trascorso questo tempo spostate la teglia nella parte alta del forno e lasciate cuocere per ancora 10-15 minuti a seconda del vostro forno, finché la farinata non diventi di un bel colore giallo dorato.

SUCCO DI BARBABIETOLA, MELA e ARANCIA

Ingredienti:

  • 1 barbabietola
  • 1 arancia
  • ½ mela
  • 1 cm di zenzero

Preparazione:

  • Sbucciate lo zenzero, la barbabietola e l’arancia.
  • Lavate la mela (a cui potete lasciare la buccia).
  • Tagliate il tutto e mettete tutto nell’estrattore o la centrifuga. Non usate il frullatore per evitare di assumere un eccesso di fibra.

Buono svezzamento vegano a tutti!