Rito Montessori del compleanno

giacomo 4 anni

Il compleanno è uno dei giorni più importanti della nostra vita: celebra il giorno in cui siamo nati.

Da quando sono diventata mamma, poi, il compleanno dei miei figli ha una doppia valenza: da una parte ci sono loro che crescono, dall’altra io, che rivivo l’esperienza della loro nascita.

Non mi stanco mai di assistere all’entusiasmo con cui attendono il giorno del loro compleanno, già mesi prima ne parlano, pontificano, esprimono desideri. Arrivano alla sera prima che faticano ad addormentarsi, tanta è l’emozione che provano: finalmente il giorno tanto atteso è arrivato.

Come rendere il giorno del compleanno speciale?

Noi quest’anno abbiamo deciso, per Giacomo, di provare il rito Montessori per il compleanno. Giacomo è nato a fine agosto, perciò la sua festa cade in un momento in cui è impossibile festeggiare con i compagni di scuola o con gli amici e in cui, nella maggior parte dei casi, siamo ancora via in vacanza. Se nei primi anni non è che ci abbia fatto molto caso, quest’anno invece ci è rimasto molto male quando ha capito che il fratello avrebbe avuto una festa con i suoi compagni e lui no.

Come funziona il rito Montessori per il compleanno?

Si fanno mettere tutti i bambini in cerchio (nella nostra versione ci siamo messi anche noi adulti) e si mette un cero al centro del cerchio (possibilmente giallo, che simboleggia il sole). Si fa prendere poi un mappamondo e lo si dà in mano al festeggiato. Si prendono quindi le foto (va stampata una foto per anno di vita del bambino, ma anche qualcuna in più se uno vuole) e si comincia a raccontare la sua storia: nella notte del 27 agosto di 4 anni fa, è nato un bambino di nome Giacomo, nel silenzio e nella tranquillità della casa di maternità, ad assistere alla sua nascita c’erano solo il papà e una ostetrica… e così via, raccontando le tappe salienti di ogni anno di vita del bambino. A questo proposito vi consiglio di prepararvi un canovaccio, perché se avete una memoria labile come la mia, sommata all’emozione del momento.. rischiereste di dimenticarvi qualche pezzo!

Intanto che il festeggiato, con il suo bel mappamondo in mano, cammina molto lentamente nel cerchio, potete accompagnare il racconto con frasi tipo: “mentre la terra compiva il suo lungo giro intorno al sole, Giacomo imparava tantissime cose, come ad esempio ad afferrare gli oggetti e poi a rotolare… ” per poi passare all’anno successivo: “e quando la terra si è trovata esattamente nello stesso punto in cui si trovava il giorno in cui è nato Giacomo, ecco che Giacomo compie un anno: impara allora a camminare e a dire le sue prime parole..” e così via per tutti gli anni di vita del bambino.

Alla fine si conclude il racconto con una frase tipo: “e così siamo arrivati ad oggi, giorno in cui Giacomo compie 4 anni!“, si mostra l’ultima foto e si intona la classica canzoncina del compleanno, dopo aver fatto un bell’applauso al festeggiato!

Il rito montessori per il compleanno è molto intenso e particolare: ridà il giusto valore ad un giorno davvero speciale e aiuta i bambini a rivivere momenti della loro vita che magari non ricordano (sopratutto di quando erano molto piccoli) o che semplicemente si erano persi nell’intensità della vita.

Alla fine del rito, poi, è cominciata la festa!

paccoregalo.com

Come addobbare la casa per il compleanno?

Se in altre occasioni non mi sono spesa per gli addobbi, visto che ci sarebbe stata poi la classica festa con i bambini, questa volta ho deciso che anche la casa doveva essere messa a festa (si vede tanto che mi sento in colpa per averlo messo al mondo ad agosto?).

Volevo che in ogni angolo della casa ci fosse qualcosa che ricordasse a Giacomo che era il SUO giorno speciale, dal risveglio fino a sera. Giacomo è un bambino che vive di piccoli entusiasmi, perciò sapevo che, se anche avessi solo disegnato su un foglio una torta di compleanno, lui l’avrebbe trovata una cosa speciale e ne sarebbe stato felice.

Ma siccome ha passato tantissimo tempo a fantasticare sul suo compleanno, non volevo accontentarmi. Come fare visto l’infausto periodo? Ovviamente con lo shopping on line! Dopo una rapida ricerca ho trovato un sito che faceva al caso mio e in 48 ore nette ho ricevuto un bellissimo pacco contenente tutto quello che serve per una festa perfetta. E dato sono una persona pigra, ho scelto uno dei loro party set già preconfezionati.

shop on line

Non vi dico la faccia di Giacomo, la mattina, quando è entrato in cucina e ha trovato tutti gli addobbi! Prima è diventato tutto rosso e poi quasi si è messo a piangere! “E’ tutto per me, questo, mamma?” mi ha chiesto con un filo di voce mentre osservava con attenzione ogni piccolo oggetto sparso per la stanza. Gli addobbi sono molto resistenti e così, visto la bella giornata di sole, abbiamo poi deciso di trasferirli in giardino dove si sarebbe svolta la festa vera e propria con i nonni e gli zii.

Non avevo mai provato a comprare dei party set on-line e per questo ero, all’inizio, un po’ titubante, avevo paura che la qualità non fosse come quella descritta ma mi sbagliavo: a differenza di tanti festoni che ho preso in questi anni, per addobbare la casa nelle occasioni speciali, questi sono davvero belli e spessi, così spessi che a sera abbiamo messo via parte degli addobbi (così li riciclo per la festa di Nicolò) e altri, i più belli, li abbiamo appesi nella loro stanza in montagna, per abbellirla un po’!

Spesso sul sito di PaccoRegalo.com ci sono delle promozioni che permettono di risparmiare qualcosa: ad esempio io ho usato “Dammi un 5!” valida fino al 31/12/2017 che mi ha permesso di ricevere uno sconto di € 5,00+iva per un acquisto minimo di € 30,00+iva inserendo in fase di check out il coupon GIVEME5, che a conti fatti corrisponde esattamente al costo del party set che ho scelto per Giacomo. E visto che per il compleanno di Nicolò sono già a posto, riutilizzando parte del party set di Giacomo (si, lo so, sono braccina, me lo dicono tutti), approfitterò di nuovo di questo sconto per prendere qualcosa di carino per Natale.. tanto mancano solo 97 giorni!

party set
Buzzoole