Io questo non lo farò mai!

Quante certezze avevo prima di diventare madre! Ah! Come la sapevo lunga! 

“Io questo non lo farò mai!” 

Dicevo spesso prima di diventare madre.
Poi è nato Nicolò e ho rivisto e corretto tutto.
E ora mi guardo bene dal dire una cosa del genere.
Mai dire mai.
mamma imperfetta

“Io non allatterò mai in pubblico!”

E mi sono ritrovata ad allattare sia Nicolò che Giacomo in posti impensati.

“Io non minaccerò mai mio figlio se non vuole mangiare!”

E invece, nei momenti più bui della lotta per il cibo, l’ho minacciato eccome. Sentendomi uno schifo, eh. Ma l’ho fatto.

“Io non lo farò mai salire sulle giostrine mangia soldi!”

Invece, nei lunghi pomeriggi invernali.. uuuh, quanti giri! E anche oggi, come ricompensa per essere stato bravo e paziente durante la spesa un paio di giri sulle macchinine ci scappano.

“Io non farò mai il circo per farlo mangiare!”

E anche qui, i circhi messi in scena per Nicolò si sprecano. Perché sono maggiori i danni di un bambino affamato e noioso con cui non si è scesi a compromessi, che quelli di un bimbo sazio e gioioso.

“Io non lo sculaccerò mai!”

Provate voi a stare una settimana con mio figlio e poi ne riparliamo. E’ l’ultima spiaggia prima del naufragio, intendiamoci, ma un po’ ne ha prese. E si, lo so che non servono a niente se non a scaricare il mio nervoso. Ma sono umana e sbaglio (ma sopratutto lo ammetto).

giacomo

“Io non lo lascerò mai piangere sul passeggino!”

E invece.. quanti pianti! Se il motivo delle lacrime è immotivato o un puro capriccio, beh, che pianga pure finché non gli è passata. Si lo so, anche qui ora sarò annoverata tra le madridimerda, ma amen. Vedi sopra. Non si fa, bisognerebbe fermarsi e verbalizzare l’accaduto cercando con lui una soluzione. Ma a volte non ce la faccio, giuro.

“Io non gli darò mai cioccolato, patatine e altre schifezze fino almeno ai 3 anni!”

Vero, in parte. A casa nostra non ci sono, non gli vengono mai offerte in nessuna occasione ma.. se siamo ad una festa? Se siamo ad un aperitivo? Se siamo da amici? Beh, lui ci si fionda sulle schifezze, a mani piene e con lo sguardo che rivela il puro gusto del proibito.

Eppure, nonostante tutto, sono una mamma felice delle mie imperfezioni. Perché l’importante è conoscersi e riconoscere i propri limiti ed errori.

vita a cinque