Cos’è una famiglia (per me)?

famigliaIn quersti giorni, più del solito, mi sto chiedendo che cosa vuol dire FAMIGLIA.

Per ora sono arrivata ad una sola conclusione: famiglia è due persone che si amano. E che siano disposti, qualora ne abbiano, a mettere in discussione la loro vita a favore dei figli.
Per me famiglia è questo.
Famiglia non vuol dire avere per forza dei figli.
Famiglia non è un uomo che ama, ed è ricambiato, da una donna.

Famiglia è un impegno che due persone si assumono reciprocamente.

E che, se lo desiderano, è giusto che questo gli sia riconosciuto.
Punto.
Non altro.
E in questo Dio non c’entra.
Io sono cattolica e cerco di essere anche praticante, quando ci riesco.
Ma non riesco a lasciare a Dio la responsabilità di decidere che cos’è una famiglia.
Sarebbe troppo comodo.
“Lui dice così”.
No, Lui dice quello che gli uomini hanno trascritto e che vogliono leggere.
La storia ce lo insegna.
Quanti uomini e donne sono morte perchè “Lui dice”?
Quanti uomini e donne muoiono ancora oggi perchè “Lui dice?”
Se lui decidesse davvero ciò che è bene e ciò che male, non ci sarebbero famiglie divise, soprusi, abbandoni di minori, violenze in famiglia.
Perchè sono gli uomini che sbagliano quando picchiano il loro figlio ma è Dio che dice che due uomini non possono amarsi?
Perchè sono gli uomini che non sanno trovare una forma di dialogo e si separano, buttando la loro frustrazione e la loro rabbia sui figli, ma è Dio che ha detto che una coppia omogenitoriale non può avere figli?
Quanti figli sono cresciuti con un solo genitore? Magari solo con la madre, mentre il padre era in guerra? O il padre era in mare? O la madre era morta di parto? La famiglia omogenitoriale esiste da sempre.
essere fratelli

L’unico vero dono che Dio ci ha fatto è il libero arbitrio: la capacità di pensare, farsi un’opinione e scegliere.

Io non dico che a tutti debbano stare simpatici gli omosessuali.
Vuoi averne paura? Fai pure.
Pensi che distorceranno il pensiero di tuo figlio e che lo indurranno in chissà quali tentazioni? Libero di crederlo.
Allora tieniti lontano da loro, tieni ancor più lontani i tuoi figli e cresci nella tua convinzione.
Ma, attenzione, non impedire loro di avere gli stessi tuoi diritti.
Puoi non accoglierli in casa, puoi cambiare marciapiede, puoi evitare il contatto per paura del contagio ma non puoi manifestare per impedire ad un uomo di avere i tuoi stessi diritti di uomo.
Uomini contro uomini, per impedire loro di avere i loro stessi diritti.
altalena
Tu saretsi pronto a rinunciare al diritto di avere una famiglia?
E’ una questione di rispetto ed eguaglianza.
Tutti gli uomini sono uguali davanti a Dio.
(fatto salvo per orientamento sessuale, fede politica, razza?)