Learning tower fai da te: istruzioni passo passo

La learning tower, anche se all’apparenza può sembrare solo un grande sgabellone, è stato uno degli oggetti più utili a casa nostra, anno dopo anno. 

Ogni bambino chiede con insistenza di poter vedere da vicino cosa sta succedendo sul piano da cucina, aggrappandosi alle nostre gambe e implorando di essere preso in braccio: ma una volta ottenuto lo scopo, per noi diventa impossibile fare qualsiasi cosa, a meno di fare fatiche inenarrabili.

La soluzione? Facile! Acquistare una learning tower.. o farsela da sé! La nostra ha parecchi anni, l’abbiamo fatta quando Nicolò aveva si e no 15/16 mesi e tutt’ora resiste senza problemi.

Cosa serve?

  • 1 sgabello BEKVAM (ikea)
  • 4 montanti 37×3,5×3,5 cm
  • 2 laterali centrali 16×3,5×3,5 cm
  • 2 laterali superiori 24×6,5×1,5 cm
  • 1 posteriore in alto 40×6,5×1,5 cm
  • 1 posteriore centrale 40×6,5×1,5 cm
  • 4 viti da legno da 5 cm
  • 12 viti da legno da 4 cm
  • stucco per legno e carta vetrata (facoltativo)

Come fare la learning tower montessori passo passo:

  • per prima cosa, rimuovere la parte superiore dello sgabello e attaccarci i 4 montanti, avvitarli al pianale dello sgabello con le 4 viti più lunghe
  • attaccare il pannello posteriore in alto, facendo attenzione a lasciare un equo margine da entrambi i lati;
  • avvitare quindi i laterali superiori, facendoli coincidere con il pezzo di margine lasciato dal pannello posteriore alto (in questo modo si creerà una sorta di corrimano esterno lungo tutti e tre i lati, senza spigoli appuntiti);
  • aggiungere quindi il pannello posteriore centrale;
  • in ultimo attaccare i 2 pannelli laterali centrali nello spazio tra i montanti e avvitarli;
  • seguire le istruzioni di IKEA sull’assemblaggio del resto del gradino;
  • per maggior sicurezza è possibile riempire i fori con lo stucco per legno e poi levigare il tutto rendendolo omogeneo;
  • verniciare a piacere.

I pezzi di legno noi ce li siamo fatti tagliare in un negozio di bricolage, abbiamo utilizzato il faggio, che è più resistente dell’abete a abbiamo scelto un punto di colore simile allo sgabello, così non lo abbiamo mai dipinto.

Se trattate il legno con una vernice protettiva, questo eviterà poi di macchiarsi nel tempo con.. beh, qualsiasi cosa che i bambini abbiano in mano!