Di sere, telefonate e nostalgia

L’altro giorno ho ricaricato il cellulare davanti agli occhi increduli di Nicolò.

Chissà per quale ragione, non avevo mai fatto quel gesto insieme a lui. Non capiva come fosse possibile mettere dei soldi nel telefono, perché per telefonare servisse del denaro e come questo potesse in qualche modo finire.

Io ero tra il divertito e lo stupito, così mi sono fermata a raccontargli di come, quando fossi piccola io, le cose fossero molto diverse: la prima linea telefonica di cui ho ricordo era un duplex, addirittura non sempre si poteva telefonare! E, ovviamente, al telefono si stava il meno possibile, per rispetto all’altro che condivideva la linea con noi.

In vacanza, al mare, non c’era nemmeno il telefono! La sera andavo con la nonna alla tabaccheria, ci chiudevamo in una cabina caldissima e chiamavamo casa: il tempo era scandito dal suono dei gettoni che venivano mangiati dal telefono; finiti quelli, poi, non avrei più sentito i miei genitori fino alla sera successiva, se non qualcosa di più.

Il primo telefono a cui ho avuto accesso era con la ghiera: se sbagliavi a digitare, era tutto da rifare! Telefonare era un’esercizio di pazienza! Ora sono considerati telefoni da collezione, ma per i miei nonni sono rimasti fino alla fine gli unici telefoni che reputavano necessari, restii alle novità come sempre.

Ricordo l’avvento dalla linea singola quasi come una festa! Per non parlare del telefono in camera dei miei genitori: finalmente mia mamma non avrebbe più origliato le mie telefonate super segrete con le amiche, anche se il tempo per stare al telefono rimaneva scandito dal timer della cucina.

Nonostante siano passati parecchi anni da questi episodi, solo una cosa rimane costante: il costo del piano telefonico sempre troppo salato!

O, almeno lo credevo finché non mi sono imbattuta in Creami Revolution, la nuova tariffa flessibile di Poste Mobile.

Cosa ha di diverso dalle solite tariffe telefoniche?

Prima di tutto è assolutamente personalizzabile: ogni 4 settimane si avranno 1000 Credit da utilizzare indistintamente per chiamate, navigazione Internet ed SMS oltre a 7GB alla velocità del 4G. In questo modo, quindi, si potranno consumare i credit del piano in base alle proprie necessità.

Poi, il piano premia la fedeltà, ovvero il costo è tanto più conveniente quanto più bassa sarà la frequenza di rinnovo scelta tra le 3 disponibili:

  • Creami Revolution 1 al costo di 12€ ogni 4 settimane;
  • Creami Revolution 3 al costo di 30 ogni 12 settimane corrispondenti a 10€ ogni 4 settimane;
  • Creami Revolution 6 al costo di 48 ogni 24 settimane corrispondenti a 8€ ogni 4 settimane;

L’offerta è attivabile dai clienti che acquistano online una nuova Sim ricaricabile (senza vincolo di portabilità) sul sito postemobile.it  entro il 30 luglio. L’offerta è inoltre disponibile anche presso gli uffici postali fino al 30 luglio.

#chivinceseisempretu #CreamiRevolution

Post in collaborazione con Poste Mobile

http://9nl.de/SMN3SMN