5 buoni motivi per partecipare al Primo Convegno Internazionale sul Babywearing

Portare i propri bimbi con la fascia o con qualsiasi altro supporto ergonomico è una delle cose più belle che abbia mai fatto per i miei figli. Il dialogo che si instaura con loro, la capacità di comunicare attraverso il contatto e non con le parole, ma anche la comodità dell’andare in giro con un bambino addosso e le mani libere sono solo alcuni dei motivi che mi hanno fatto amare fin da subito il babywearing (anche se il nostro inizio è stato piuttosto in salita).

Quando aspettavo Nicolò avevo preso la fascia ma non avevo capito fino in fondo il suo potenziale, la usavo poco e male tant’è che quando è cresciuto l’abbiamo abbandonata in favore di altri supporti (ebbene si, lo confesso, per un anno intero lo abbiamo portato in uno zaino da montagna!) senza mai trovare la soluzione giusta per noi. Con Giacomo le cose sono andate meglio, abbiamo usato sia la fascia che il marsupio ma la vera quadratura del cerchio l’abbiamo trovata con Margherita.

madrid con bambini

Sicuramente una pecca, da parte nostra, è stata quella di non informarci abbastanza, di non uscire dal nostro guscio, di non confrontarci con altri genitori portatori. Quando abbiamo cominciato a farlo, attraverso i social, ci si è aperto un mondo. Mondo che però rimane virtuale, che difficilmente ci permette un contatto diretto con le altre famiglie di portatori, che limita il confronto ad una paio di mamme alla volta.. ma le cose stanno per cambiare! Perché?

Sta per arrivare in Italia un appuntamento da non perdere: il Primo Convegno Internazionale di Babywearing!

Tre giorni interi dedicati a questo mondo meraviglioso e fantastico, che mette in connessione e ascolto i genitori con i propri bambini. Due giorni saranno dedicati ad approfondire aspetti teorici e scientifici che sono alla base del babywearing (quindi di maggiore interesse – forse – per esperti del settore ma comunque aperta anche ai genitori), mentre l’ultimo giorno, il 30 aprile, sarà una giornata aperta alle famiglie per il primo raduno italiano dei babywearer, una vera e propria festa del portare.

La manifestazione sarà incentrata sul tema Portare i bambini: dalla canguroterapia alla promozione del benessere e vedrà la partecipazione di molti esperti nazionali e internazionali di babywearing e psicologia perinatale, con workshop dedicati sia al personale sanitario che agli appassionati del portare, oltre alla presenza di diversi stand espositivi delle più note marche di fasce e supporti ergonomici portabebè (ve lo dico già adesso: fate come me e lasciate il portafoglio a casa). L’obiettivo è quello di sensibilizzare i genitori, gli operatori sanitari e l’opinione pubblica in generale al portare i bambini come strumento di prevenzione e promozione al benessere rispetto ai problemi e alle difficoltà nell’infanzia.

apnee emozionali

Perché il Primo Convegno Italiano sul Babywearing è un evento assolutamente da non perdere?

  • perché è un’occasione di incontro e confronto con altri genitori (ma tanti, tanti tanti!)
  • perché troverete risposta alle mille domande che vi attanagliano in merito ai supporti
  • perché ci saranno degli interventi davvero preziosi e unici sul tema della genitorialità
  • perché potrete sperimentare delle forme diverse di movimento in fascia (ci sono workshop per tutti i gusti!)
  • perché è gratuito (quindi non ci sono scuse!)

Insomma, ad un evento così.. è impossibile resistere! 

Se volete vedere tutto il programma nel dettaglio, lo trovate qui.

Dove si terrà il Primo Convegno Italiano sul Babywearing?

A Roma, presso l’Holiday Inn Rome Eur Parco dei Medici (Viale Castello della Magliana, 65).

Se non sapete come arrivarci, ecco il link che fa per voi.

Ci vediamo a Roma!