Cicciobello Bebè Bellissimo: testato e approvato!

Il nuovo bambolotto di Giochi Preziosi adatto ai bimbi più piccoli, sin dai 0 mesi di età

“Allora, quando prendiamo un bambolotto per questa povera bimba che gioca sempre con le macchinine del fratello?” è un mantra che ripete più o meno ogni persona che entra a casa nostra e vi resta per più di cinque minuti. E io, che con gli stereotipi ci faccio un po’ a pugni, ho sempre nicchiato: tutto sommato se giocava serena con le macchinine dei fratelli più grandicelli, che bisogno c’era di un nuovo giocattolo?

Appena mi sono affacciata nel meraviglioso mondo di bambole e bambolotti per bimbi piccoli, mi sono accorta che sceglierne una non è facile: sebbene il mercato offra un’enorme quantità di prodotti diversi, sia per qualità che per design, trovare quella giusta, che entrerà nel cuore di Margherita, è un’impresa davvero complicata.

I bambolotti in commercio sono davvero molto differenti uno dall’altro, e mi rendo anche conto che ogni bambola cerca di rispondere ai gusti delle nostre piccole che, come noi adulti, sono molto diversi tra loro.

L’unica certezza è che è assolutamente fisiologico, per ogni bimbo, ad un certo momento della crescita, interessarsi alle bambole ed alle infinite possibilità di gioco che queste offrono: spesso iniziano a giocarci imitando i gesti e le parole dei genitori, diventando loro per primi il genitore del proprio bambolotto.

Così, quando mi hanno proposto di accogliere in casa Cicciobello Bebè Bellissimo non mi sono certo tirata indietro: prima di tutto Ciccobello è IL bambolotto per eccellenza, da quando sono bambina. Poi, con 50 anni di storia alle spalle, penso che di bambolottologia ne sappiano molto più loro di me, no?

E infatti non mi sbagliavo, Margherita ha accolto il nuovo “bibo” con gioia, urlando “è miooooooooo” e strappandomi di mano la scatola più e più volte mentre cercavo di aprirla, per poi portarselo appresso per tutto il resto del pomeriggio, senza mollarlo mai, nemmeno davanti ai biscotti.

recensione cicciobello

Ora, a distanza di qualche giorno, Cicciobello Bebè Bellissimo è una presenza fissa nella nostra giornata: mangia con noi, viene lanciato a velocità supersonica con il passeggino per il salotto (applica a modo suo il concetto di “spingere il passeggino”: lei sta ferma e lancia il passeggino in giro, poi lo recupera, lo riporta al punto di partenza e ripete l’operazioni infinite volte), gli infila le dita negli occhi affascinata dal fatto che si chiudono se lo sdraia, al pomeriggio dorme con lui. Ma sopratutto, Cicciobello Bebè Bellissimo non si lamenta mai e mantiene un imperturbabile sorriso nonostante le torture.

Da parte mia, trovo il Cicciobello Bebè molto ben fatto:

  • è più piccolo rispetto ad altri bambolotti della stessa linea, perciò adatto ai più piccoli, sin dai 0 mesi di età,
  • è morbido, delicato e dai tessuti soffici,
  • tranne il volto, il resto del corpo è in morbido tessuto,
  • la testa è in vinile, il che la rende davvero morbida e piacevole al tatto, non ha la freddezza classica della plastica,
  • gli occhi sono in acciaio inossidabile,
  • è lavabile in lavatrice 30° (il che, contando la vita che fa, tra casa e giardino, è un aspetto piuttosto importante).

Cosa aggiungere? Al momento il piccolo è promosso all’unanimità!